Un sito per chi ama leggere, dunque ama viaggiare

Un sito per chi ama leggere, dunque ama viaggiare

Pochi giorni fa, alla Fiera del libro di Francoforte, l'Associazione italiana degli editori ha presentato i dati contenuti nel suo annuale Rapporto sull'editoria. Al di là delle parole (una "grande trasformazione" sarebbe in corso, la parola chiave sarebbe "cambiamento"), si tratta di dati ancora una volta non lusinghieri per il nostro Paese. 

E' vero infatti che "nonostante la crisi" e "nonostante l'impatto del digitale", nonostante il fatto che le persone spendano meno e nonostante lo scenario internazionale il settore dell'editoria è ancora vivo. Ma il fatto è che gli italiani leggono ancora molto poco. I lettori sono diminuiti anche nel corso degli anni 2014-2015 (il bacino si è ridotto, si è ridotto il mercato, le copie di libri di carta sono diminuite del 6,4 per cento). 

E allora perché un sito che parla di libri e di viaggi? 

Noi di Viaggielibri.it pensiamo che chi coltiva queste due passioni sia comunque una porzione di popolazione, in Italia e nel mondo, che continuerà ad esistere. E magari a crescere. Da anni per esempio è in crescita forte l'editoria per ragazzi. Solo in Italia è crescita del 5,9 per cento. Ed è cresciuta non solo per il mercato digitale, perché anche i ragazzi continuano a comprare - magari accanto al libro elettronico - il libro di carta. 

Altro dato positivo: crescono gli editori piccolissimi. Ci sono oltre 1100 case editrici che hanno pubblicato più di 10 libri lo scorso anno. Forse troppe, considerando che in Italia l'indice di lettura è appunto molto basso. Ma - pensiamo - se lo hanno fatto hanno potuto in qualche modo sostenersi sul mercato, reggere, stare in equilibrio. Magari puntando su mercati di nicchia,  locali, territoriali, culturali. Costoro sono anche quelli che conoscono il loro territorio, che lo valorizzano, che lo amano. Tutti i viaggiatori italiani sono stati almeno una volta attratti da una libreria nel loro luogo di vacanze, se non si trattava di un villaggio turistico. In un paesino sperduto, in un Paese straniero, in una località esotica, almeno una volta a ciascun turista o viaggiatore sarà successo di entrare in una libreria per vedere cosa si legge, e soprattutto sarà sucesso di apprezzare il fatto che fosse una libreria e non un negozio di souvenir. 

Ancora numeri da leggere con attenzione: i prezzi dei libri di carta sono scesi, sono scesi anche i prezzi degli ebook. Ovviamente cala la lettura dei libri di carta soprattutto perché calano i lettori "deboli", quelli che leggono un libro ogni anno. Reggono i cosiddetti lettori forti, ovvero quelli che le indagini considerano tali perché leggono almeno un libro al mese. Il pubblico - anche per Viaggielibri.it è così - è più femminile che maschile. Le donne leggono di più e non solo narrativa. E certamente le donne viaggiano sempre di più. 

I libri si comprano anche in mobilità, in aeroporti, stazioni. O si scaricano - in formato elettronico - mentre si viaggia su un bus o su un treno. E aiutano spesso a capire la realtà in cui si viaggia. Uno scrittore greco se si va in Grecia, uno spagnolo se si capita a Barcellona, uno americano se si decide di fare un viaggio negli Stati Uniti. 

Per tutti questi motivi chi viaggia legge e chi legge viaggia.  A chi legge e a chi viaggia si rivolge Viaggielibri.it.

Informazioni sull'autore: Matteo Profili
Dalla mia adolescenza, ho sempre saputo fare felici le persone a me vicine con le mie idee specialmente nei fine settimana o anche durante i periodi di vacanze. Preferivo divertirmi invece di perdere il mio tempo. E di occasioni, non ne mancano. Adesso condivido questa passione per gli svaghi, di qualunque tipo, con tutti. Attraverso i miei articoli, attiro l’attenzione delle persone ad appezzare il mio aiuto e a far loro vivere la mia passione.
  • Condividere :
  • Reagire :

Pubblicate un commento

captcha

Scoprite anche

PARTNER DELLE VOSTRE VACANZE