Uber Car, la macchina autonoma

15 Juillet 2016 - Novità e tendenze
Uber Car, la macchina autonoma

Una macchina autonoma? Lo sviluppo di un veicolo del genere implicherà senza dubbio che il conducente di domani sia un’intelligenza artificiale. Ancora in fase di test, la Uber azienda di trasporto ha presentato il prototipo del suo primo veicolo autonomo per le strade di Pittsburgh.

La sua missione : più sicurezza

L'Uber società ricorda anzitutto gli argomenti di sicurezza per lo sviluppo di questo veicolo autonomo, che saranno delle autovetture senza conducente. Infatti, sostiene che su più di un milione di morti all’anno per ad incidenti stradali, il 94% sono causati da errori umani. L'implementazione di un sistema intelligente dovrebbe fornire e ridurre gli incidenti mortali in maniera significativa contribuire a migliorare la sicurezza di guida. Lo sviluppo di una macchina autonoma Uber è però ancora in fase di test. Ha circolato per la prima volta nelle strade di Pittsburgh, la città laboratorio di ricerca della società di Advanced Technology Center. Per questo, l'azienda ha assunto cinquanta ingegneri robotici per avanzare più rapidamente lo sviluppo del veicolo autonomo. Costruito sulla base di una Ford Fusion, questa macchina è in grado di rilevare una macchina a 100 metri con vari sensori e altre apparecchiature con materiali LIDAR e fotocamere ad alta risoluzione. Questi materiali sono utilizzati anche per completare la mappatura della città per arrivare ad avere i dati necessari per la macchina ed essere veramente autonoma. Durante la fase di test, un ingegnere, sarà tuttavia al volante nel caso sia richiesto un suo intervento.

Una minaccia per i dipendenti Uber ?

Sebbene l'azienda conferma che il periodo di prova è ancora in corso e che in ultima analisi, la presenza di un conducente resta indispensabile, alcuni vedono male il futuro, ma l'azienda non pensa di sostituire migliaia conducenti e di creare così tanti disoccupati a favore di una intelligenza artificiale. In effetti, un dirigente di Uber ha già lasciato intendere nel 2014 che l'alto costo del servizio dei trasporti con conducente è principalmente generata da un 80% dai salari degli autisti e che la società diventerà più produttiva senza questi gli oneri. Tanto più che la riduzione del personale sembra essere confermata da alcune dichiarazioni di Uber che promette di acquistare una centinaia di migliaia di veicoli autonomi di marca Tesla. Naturalmente, la reazione dei conducenti dell'azienda non si è fatta attendere, denunciano in particolare la mancanza di preoccupazione della società nei loro confronti con lo sviluppo di questo veicolo autonomo. In ogni caso, la società ha annunciato che sono necessari ad Uber alcuni anni per vedere effettivamente queste macchine autonome "senza" piloti nelle strade delle principali città.

Informazioni sull'autore: Matteo Profili
Dalla mia adolescenza, ho sempre saputo fare felici le persone a me vicine con le mie idee specialmente nei fine settimana o anche durante i periodi di vacanze. Preferivo divertirmi invece di perdere il mio tempo. E di occasioni, non ne mancano. Adesso condivido questa passione per gli svaghi, di qualunque tipo, con tutti. Attraverso i miei articoli, attiro l’attenzione delle persone ad appezzare il mio aiuto e a far loro vivere la mia passione.
  • Condividere :
  • Reagire :

Pubblicate un commento

captcha

Scoprite anche

PARTNER DELLE VOSTRE VACANZE