Che cosa è il Stand-up paddle (SUP)?

14 Août 2017 - Sport
Che cosa è il Stand-up paddle (SUP)?

Lo Stand-up paddle o SUP, è il nuovo sport alla moda in Italia e ovunque nel mondo. Segui la guida per saperne di più su questa variante del surf che attira sempre più seguaci lungo le coste del Mediterraneo.

 

Lo Stand-up paddle in poche parole

Lo Stand-up paddle è uno sport acquatico che viene praticato in acque calme o con onde, in un estuario o a bordo di un lago, per esempio. Quest’attività si può iniziare pagaiando in ginocchio, o per fino sdraiati, per poi mettersi in piedi, e grazie a un laccio che si lega alla caviglia o al polpaccio si resta ancorato alla tavola per mantenere l'equilibrio. Per imparare a usare la pagaia, a dominare la tavola, a cavalcarele onde si devono conoscere le correnti. La tavola da Sup è diversa dalla classicata vola del surf e tecnologicamente più avanzata. Presenta una lunghezza di 4 metri e una larghezza di 80 cm. Il prezzo di una tavola da Sup varia tra 100 e 1000 euro. Ma per testare l'attività, è possibile noleggiare una a 15 euro, per un'ora.

 

Il SUP, un'alternativa al surf

Lo Stand-up paddle ha un vantaggio evidente per quanto riguarda il surf grazie alla sua accessibilità. Tutti possono praticarlo indipendentemente dalla loro condizione fisica e dalla loro capacità di equilibrio. È possibile ottenere un buon risultato dalla prima lezione. Il SUP è praticato, indipendentemente dalle condizioni meteorologiche e dalla destinazione, in quanto non richiede la presenza di onde. Un lago perfettamente calmo permette di godere al meglio di questo sport acquatico.

 

Il SUP,uno sport completo

Lo Stand-up paddle è una disciplina che coinvolge tutta la muscolatura dell'intero corpo, in particolare le braccia e le gambe. Grazie ai movimenti di controllo per mantenere l'equilibrio tonifica addominali e glutei e rafforza anche i muscoli dell'area lombare del rachide, è veramente uno sport indicato per chi soffre di dolori alla schiena. Per praticarlo occorre possedere equilibrio e coordinazione e soprattutto non ci si deve fare trasportare dalle onde, ma dominarle. Ma per padroneggiare la posizione eresistere a gli squilibri è necessario possedere e allenare un'altra qualità motori afondamentale: la propriocettività, ossia, la capacità di percepire e riconoscere la posizione del proprio corpo nello spazio.

 

Un po' di storia

Lo Stand up paddle è natonelle Hawaii all'inizio del XX secolo. È arrivato negli Stati Uniti nel 1909 su iniziativa di George Freeth, il primo bagnino di salvataggio americano, principalmente come accessorio di salvataggio. Ma questo sport ha diventato famoso soltanto nel 1928 quando Tom Black ha vinto il primo campionato di canottaggio su una tavola da SUP. È, a partire da questo anno che questo sport è sempre più diffuso in tutto il mondo. Lo Stand up paddle è più popolare in Australia soprattutto nelle operazioni di salvataggio in mare.

Informazioni sull'autore: Angelo Marinero
Da diversi anni, leggo diversi soggetti su diversi temi su diversi blog. Tra questi blog, gli svaghi erano i miei preferiti. Quando ne scopro uno in particolare, mi vengono immediatamente delle idee in testa. Le mie ispirazioni, amo farle conoscere a tutti e d’altronde, è un grande piacere. Scrivo, gioco con le parole per essere un modello e perfino essere un buon riferimento per altri appassionati come me.
  • Condividere :
  • Reagire :

Pubblicate un commento

captcha

Scoprite anche

PARTNER DELLE VOSTRE VACANZE