Alla scoperta dell'arte e della cultura indiana

27 Février 2018 - Buone occasioni da condividere
Alla scoperta dell'arte e della cultura indiana

L'India è una vasta nazione divisa in 28 Stati con i propri usi e costumi tipici o la propria lingua. Per aiutarti ad orientarti in questo patchwork culturale, ecco alcune cose da sapere.

 

La lingua

L'hindi è una delle lingue ufficiali dll'India. Solo il 20% degli 1,3 miliardi di persone che compongono la popolazione indiana usa l'hindi. Infatti, le sue 22 lingue sono ufficialmente riconosciute, il registro di lingua indiana conta non meno di 1600 lingue e dialetti minori che sono più o meno dominanti a seconda della regione.

La religione

La diversità indiana si riflette anche nella religione. Tra le religioni più popolari in India ci sono il buddismo, l'induismo, il giainismo e il sikhismo. Queste quattro religioni sono tutte nate in India. Anche la religione occupa un posto importante nella vita quotidiana degli indiani, come dimostrano le numerose feste religiose che animano la vita quotidiana degli indiani, una delle più note è certamente quella dell'holi, e il sistema delle caste che deriva dall'Induismo. Il sistema delle caste comprende quattro gerarchie: quella dei sacerdoti ed eruditi (i Brahmani), quella dei amministratori e guerrieri (i kshatriya), quella dei mercanti (i Vaishya) e quella dei servitori (gli shudra).

L'Arte indiana

L'arte è parte integrante della vita quotidiana degli indiani. Si apprezza tra gli altri attraverso i mehndī, questi tatuaggi non permanenti fatti con l'henné sui piedi e sulle mani, che gli indiani mostrano con orgoglio. L'architettura indiana testimonia anche il know-how di artisti e artigiani indiani. Templi indù colorati, palazzi famosi come il Jaipur Wind Palace e il Taj Mahal sono alcuni esempi. La ricchezza della cultura e dell'arte indiana è rivelata anche attraverso la danza e la musica che Bollywood, l'industria cinematografica indiana, rivela al pubblico internazionale.

Il saper vivere

Sebbene gli usi e costumi sono diversi da una regione o da uno stato all'altro in India, alcune regole comuni si applicano ovunque tu vada. Ad esempio, per salutare il tuo interlocutore, invece di stringere la mano, unisci le mani, come per la preghiera, sotto il mento e abbassa la testa. Accompagna questi gesti con i tipici saluti "namaste" o "namaskar". Toccare qualcuno con i piedi o dirigere la pianta del piede verso l'altra persona è un segno di offesa, oltre ad offrire il tuo aiuto al tuo ospite per preparare il pasto. Nella religione Indù, Jain e Moslem, la mano sinistra è considerata impura dal momento che viene usata al bagno per pulirsi, quindi si raccomanda vivamente di usare solo la mano destra per mangiare. Per l'abbigliamento, evitare i vestiti con scollature profondissime che rivelano il seno, le spalle e le gambe. Prima di entrare in un tempio e in altri luoghi sacri, e in una casa dove sei stato invitato, devi toglierti le scarpe.

Informazioni sull'autore: Matteo Profili
Dalla mia adolescenza, ho sempre saputo fare felici le persone a me vicine con le mie idee specialmente nei fine settimana o anche durante i periodi di vacanze. Preferivo divertirmi invece di perdere il mio tempo. E di occasioni, non ne mancano. Adesso condivido questa passione per gli svaghi, di qualunque tipo, con tutti. Attraverso i miei articoli, attiro l’attenzione delle persone ad appezzare il mio aiuto e a far loro vivere la mia passione.
  • Condividere :
  • Reagire :

Pubblicate un commento

captcha

Scoprite anche

PARTNER DELLE VOSTRE VACANZE